lunedì 15 ottobre 2012

SCRITTURE DI SCENA
Angela Villa
Su "Push Up (Spintarelle)"


Oltre a dare di tanto in tanto un'occhiata alla narrativa, perché non darla anche al teatro? Angela Villa se ne occupa da tempo e ci darà qualche dritta. Cominciamo da questa...[E.A.]
A Milano il Teatro Filodrammatici apre la nuova stagione teatrale con “Push Up  (Spintarelle)”, dell’autore tedesco Roland Schimmelpfennig. Roland Schimmelpfennig è uno degli autori emergenti della nuova drammaturgia tedesca, nato nel 1967 a Gottinga. Le sue drammaturgie mescolano iper – realismo ed espressionismo, facendo leva soprattutto sull’estrema frammentazione delle unità di tempo e di luogo. Quello che conta è il presente, un eterno presente, dove i personaggi agiscono senza capirsi, ognuno chiuso nel piccolo mondo dei propri desideri insoddisfatti. Legarsi al presente è l’unica sicurezza possibile, ma anche l’errore più grave, sembra suggerire il giovane drammaturgo, l’ossessione per il presente, impedisce di proiettarsi nel futuro, svilisce l’impegno politico e l’azione collettiva che necessita di sguardi futuri, di immaginazione, di “pensiero trasformatore” capace di riesaminare e cambiare lo stato attuale.