mercoledì 20 febbraio 2013

SEGNALAZIONE
www.robertoroversi.it


Quanti vogliono conoscere o approfondire la poesia di Roberto Roversi dispongono  da qualche giorno dei materiali che verranno pubblicati sul sito   a lui dedicato: 
dal quale ricopio la pagina d'intenti. [E.A.]
La famiglia di Roberto Roversi – nella persona di Antonio Bagnoli – invita il collettivo Bartleby e l’Università di Bologna a dialogare per trovare una soluzione condivisa e istituzionale che, al di fuori da qualunque uso strumentale del nome e della figura di Roberto Roversi, consenta il proseguimento del prezioso lavoro di catalogazione della parte del “fondo Roversi” in possesso del collettivo, e la sua conseguente massima fruibilità da parte del pubblico.
  

Questo sito intende raccogliere gli scritti di Roberto Roversi
e si prefigge di diventare, nel tempo, il più completo possibile.
È un lavoro nato su iniziativa della famiglia e portato avanti dalle Edizioni Pendragon.

Nel panorama dei grandi scrittori e intellettuali del XX secolo, Roberto Roversi è il solo che ha fatto della sua stessa vita il manifesto delle sue scelte politiche e culturali.
Pur avendo, nei primi anni di attività, dato alle stampe opere di poesia, narrativa e teatro per Mondadori, Einaudi, Feltrinelli e Rizzoli che se lo contendono riconoscendogli una forza espressiva e una capacità argomentativa e narrativa di prim’ordine, ad un certo punto, all’inizio degli anni Sessanta, decide di non pubblicare più con grandi sigle editoriali, ma di autoprodursi e diffondere ad uno ad uno i suoi lavori, attraverso la sua libreria antiquaria “Palmaverde”. Questo per lanciare un segnale di attenzione verso un problema che Roversi ha percepito prima di tutti: il controllo – da parte di pochi potenti – dei grandi mezzi di comunicazione, anche in ambito culturale.
Da allora fino alla fine dei suoi giorni ha sempre tenuto fede alla sua scelta: non ha mai partecipato a presentazioni o incontri pubblici né su suoi lavori né su quelli di altri; non ha mai più pubblicato con le grandi major del libro, ma ha diffuso i suoi testi autoproducendoli o affidandoli alle cure di piccoli e battaglieri editori.
La sua attività di “promotore culturale” e di intellettuale impegnato nel politico ha conosciuto nella modalità dell’autoproduzione al ciclostile la sua specificità più originale. Infatti, l’idea di poter controllare direttamente anche il canale della produzione e distribuzione dei suoi lavori – senza dover quindi sottostare alle logiche di mercato – gli ha permesso di far nascere decine di iniziative di free-press ante litteram, e attraverso queste di entrare in contatto con centinaia di giovani scrittori, poeti e intellettuali.

Questo sito, rispettando la sua idea di attività letteraria, vuole offrire a tutti quello che lo desiderano la possibilità di consultare, leggere e scaricare liberamente e gratuitamente ogni tipo di testo (poesie, romanzi, articoli, canzoni, ecc.).

Ogni giorno sarà possibile trovare nuovi articoli, saggi, riflessioni e approfondimenti. Un modo per rimanere costantemente sollecitati dalla scrittura – e dall’intelligenza – di uno dei maggiori intellettuali dei nostri tempi.


Gli aggiornamenti sulle attività legate a questo sito
verranno pubblicati nella pagina facebook

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.